Archivio delle News


Appalti scuole statali, il 21 gennaio è sciopero nazionale con presidio a Roma in Piazza Monte Citorio. Dal 1° marzo al via l'internalizzazione dei servizi di pulizia, ausiliariato e decoro ma non per tutti i 16mila addetti

17-01-2020

#NessunoRestiEscluso

Roma, 17 gennaio 2020 – Incroceranno le braccia il 21 gennaio le lavoratrici ed i lavoratori addetti ai servizi di pulizia, ausiliariato e decoro degli istituti scolastici statali internalizzati dal 1°marzo 2020. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti e sarà supportato da un presidio statico a Roma in Piazza Monte Citorio.

Lavoro domestico, prosegue la trattativa per il nuovo contratto nazionale

16-01-2020

Roma, 16 gennaio 2020 – E’ proseguita in ristretta la trattativa tra i sindacati di categoria Filcams Cgil Fisascat Cisl UIltucs e Federcolf e le associazioni imprenditoriali datoriali di settore Fidaldo e Domina per il rinnovo del contratto nazionale del Lavoro Domestico scaduto nel 2016.

Contratto studi professionali, riprendono i negoziati di rinnovo con Confprofessioni

16-01-2020

Roma, 16 gennaio 2020 – Sono riprese le trattative tra sindacati di categoria Cgil Cisl Uil e l’Associazione Imprenditoriale Confprofessioni per il rinnovo del contratto nazionale scaduto il 31 marzo 2018 e applicato ad oltre 1milione e mezzo di addetti per il 90% donne.

Per la Fisascat Cisl sarà necessario definire un congruo aumento salariale e rafforzare la normativa su secondo livello di contrattazione, mercato del lavoro, bilateralità, formazione, welfare contrattuale e tutele sociali, salute e sicurezza.

Ex Mercatone Uno, ancora senza una soluzione di prospettiva la vertenza dei 1.689 lavoratori. Prorogata la Cigs fino al 23 maggio 2020

09-01-2020

Roma, 9 gennaio 2020– Ancora senza una soluzione di prospettiva la vertenza dei 1.689 lavoratori Ex Mercatone Uno in amministrazione straordinaria. Considerato l'attuale andamento delle trattative in corso per la cessione dei compendi aziendali - allo stato risultano esser pervenute 14 manifestazioni di interesse per 44 punti vendita del perimetro aziendale con il riassorbimento parziale degli attuali livelli occupazionali - si è ritenuto intanto necessario prorogare il trattamento straordinario di integrazione salariale nella fattispecie della Cigs.

Conforama/Emmezeta Moda, prosegue lo stato di agitazione dei 1300 lavoratori

09-01-2020

Roma, 9 gennaio 2010- Prosegue lo stato di agitazione dei 1300 lavoratori di Conforama/Emmezeta Moda, società operative sul territorio nazionale con 40 negozi.

Dal 7 gennaio sarebbe subentrata la nuova governanceaziendale, se pur senza alcuna comunicazione trasmessa ai sindacati di categoria Cgil Cisl Uil. Filcams, Fisascat e Uiltucs esprimono sconcerto rispetto la mancanza di continuità di gestione e soprattutto sulla carenza di informazioni sullo scenario futuro.

Grancasa, prosegue la mobilitazione dei lavoratori vs i 158 esuberi. Fumata nera al Ministero del Lavoro, nuovo sciopero il 1° giugno

29-05-2019

Roma, 29 maggio 2019 - Prosegue la mobilitazione dei dipendenti del Gruppo Grancasa, l'azienda italiana specializzata nel settore dell'arredamento e degli elettrodomestici. Dopo le due giornate di sciopero del 26 e 27 maggio i lavoratori incroceranno nuovamente le braccia il prossimo 1° giugno; la protesta vs i 158 esuberi annunciati dalle società del gruppo Grancasa S.p.A., Mercatone di Desenzano, S.r.l., Mercatone dell’Umbria S.r.l.

Shernon holding, concluso il confronto al Mise. Sul tavolo la retrocessione all’amministrazione straordinaria. I sindacati chiedono l’attivazione dell’ammortizzatore sociale e il ripristino della condizione contrattuale ante luglio 2018.

27-05-2019

Roma, 27 maggio 2019 – Non si arrendono al fallimento i 1800 lavoratori dei 55 punti vendita Shernon Holding ex Mercatone Uno. Oltre 200 dipendenti hanno preso parte al presidio sotto le finestre del Mise, concomitante al confronto tra i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs, la curatela fallimentare, i tre commissari straordinari, le Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia e il ministro Luigi Di Maio che ha confermato l’impegno del dicastero nel trovare una soluzione alla complicata vertenza.

Pagine